The Blog

Pro-Ject Essential III Flexy-Range, nati per qualsiasi esigenza

- 0 Comment. in News

6 modelli di giradischi declinati per caratteristiche offerte, tutti costruiti sulla solida base del nuovo Essential III

L’austriaca Pro-Ject Audio Systems si è fatta una invidiabilissima reputazione internazionale grazie ai suoi spudoratamente convenienti giradischi analogici (senza essere cinesi…), corredati di braccio di progetto e costruzione proprietaria, apprezzati ed utilizzati dai vinilisti ad oltranza. Giradischi ben suonanti e belli da vedere, declinati su un catalogo che vede in cima l’immaginifico Signature, che si rifà all’age d’or dell’Analogico – gli anni Settanta – per finire… all’essenziale. Ad affiancarsi a Essential III, uscito da solo qualche mese, una famiglia di prodotti, la Essential III Flexy-Range.
Questa nuova intuizione del geniale Heinz Lichtenegger, deus ex machine dell’oramai colosso Pro-Ject (120.000 giradischi prodotti al mese), nasce dal fatto che buona parte dei giradischi in commercio non dicono nulla di veramente nuovo, le aziende cercano di renderli più attraenti o interessanti, facendogli raggiungere il prezzo voluto, ma nulla di più. I clienti pagano funzionalità di cui spesso non hanno bisogno, comprando un prodotto che suona ma che non eccelle rispetto al prezzo pagato. La serie Essential III Flexi-Range si pone invece l’obiettivo di dare all’appassionato audiofilo esattamente quello che vuole, senza però risparmiare negli elementi essenziali che rendono il suono di un giradischi un ottimo suono. Essential III Flexy Range da quindi al cliente la possibilità di scegliere secondo le sue esigenze, con la garanzia di avere una “base”, quella dell’Essential III, di alto livello. Streaming Bluetooth, uscita USB per masterizzare gli LP ad alta risoluzione, o quella digitale per collegare Essential III a un convertitore D / A esterno, uno speaker, una barra o una TV.
Il tutto, lo dicevamo, ricavato dalla versione base, Essential III, giradischi compreso di braccio diritto in alluminio, lungo 8.6” imperniato su cuscinetti in zaffiro. Partner a corredo, per questa IIIa versione, la testina Ortofon OM 10E, dignitosissima magneto-mobile con stilo intercambiabile. La trazione, scontato, è a cinghia, motore sincrono in alternata con puleggia in alluminio, entrambi ben isolati dallo chassis onde evitare disturbi non richiesti, né graditi mentre il controllo del motore è affidato a un complesso circuito normalmente a bordo dei fratelli maggiori. L’alimentatore è separato – come abitudine Pro-Ject – ed è scelta utile per eliminare le interferenze e ronzii. Il cuscinetto su cui ruota il piatto girevole è a bassa tolleranza, per evitare rumble e diminuire wow&flutter. Nuovi anche il felt mat e i cavi di interconnessioni, i Connect it E.
Su questa base i cinque nuovi modelli Flexy Range. Essential III Digital aggiunge un pre Phono incorporato e una uscita ottica ad alta risoluzione, la versione Phono, Essential III Phono integra il preamplificatore Phono, e offre pertanto una uscita da poter collegare a qualsiasi ingresso ausiliario. Essential III Bluetooth con qualità streaming aptX e c’è poi Essential III SB, con controllo elettronico della velocità, per poter cambiare tra 33,3 e 45 giri solo con la pressione di un tasto. Infine il top di gamma Essential III Recordmaster, stadio Phono incorporato con uscite RCA, USB B ad alta risoluzione da collegare a PC/MAC per masterizzare gli LP e controllo elettronico della velocità.

Prezzi:
Essential III 325 Euro
Essential III Phono 359 Euro
Essential III Digital 399 Euro
Essential III Bluetooth 399 Euro
Essential III SB 399 Euro
Essential III RecordMaster 450 Euro

 

Fonte AVGUIDE.it

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.